Rosellina Marconi Archinto

Genova 1933 - vivente
Download PDF

Rosellina Archinto ha cinque figli e dieci nipoti. Vive e lavora a Milano, ma è nata a Genova. Si laurea, a Milano, in Economia e nel 1958 si sposa con Alberico Archinto Rocca Saporiti. Dopo un soggiorno a New York (durante il quale frequenta la prestigiosa Columbia University), torna in Italia nel 1963 e mette a frutto la sua esperienza fondando la casa editrice Emme Edizioni, che si distingue subito per l’alta qualità dei suoi prodotti, ancora oggi considerati veri e propri classici, non solo per il loro valore artistico, ma anche per quello “civile”. Suo infatti è il merito di aver proposto a un pubblico infantile volumi che coniugano potenza e qualità visiva e contenuti. In tal modo contribuisce a “sdoganare” la letteratura per ragazzi, che in Italia veniva ancora considerata minoritaria. Diffonde in Italia i più grandi disegnatori stranieri quali ad esempio Maurice Sendak, Leo Lionni, Tomi Ungerer, Eric Carle, Guillermo Mordillo e molti altri. Contemporaneamente lancia in tutto il mondo i disegnatori italiani (quali Enzo e Iela Mari, Bruno Munari, Emanuele Luzzati, Flavio Costantini). Per questo lavoro Rosellina ha ricevuto molti premi alla Fiera del Libro per l’infanzia a Bologna e premi internazionali quali il premio per il miglior libro per bambini in Giappone, in Germania e in Francia. Nelle collane di psicopedagogia ha pubblicato in Italia volumi dei più famosi studiosi del mondo quali Jean Piaget, Francoise Dolto, Arno Stern e molti altri.
Nel 1985 dà vita alla Casa Editrice Archinto, che si connota soprattutto per la pubblicazione di epistolari letterari, lettere d’amore e di viaggio di artisti, musicisti e autori delle letterature di tutto il mondo, ma soprattutto per lo spirito anticonvenzionale e la capacità di vedere al di là del consueto. Nel catalogo figurano autori famosi da Rilke a Mann, da Gide a Wittgenstein, da Malerba a Quasimodo. Inoltre pubblica saggi critici letterari di autori noti in tutto il mondo da Bonnefoy a Briganti, da Manguel a Capote.In questo contesto pubblica per dieci anni la rivista «Leggere», (1888-1996) mensile di letteratura, recensioni e novità librarie.
Nel 1999 fonda la Babalibri, che dirige in collaborazione con sua figlia Francesca, in co-edizione con la grande casa editrice francese specializzata in letteratura infantile L’école des Loisirs. Ben presto la casa editrice diventa un vero e proprio punto di riferimento, in particolare per l’edizione di albi illustrati, fruibili a diversi livelli, e caratterizzati da uno stile limpido e ricercato.
È stata presidente della Commissione Cultura del Comune di Milano (1990-1993) e vicepresidente della Fondazione del Teatro Carlo Felice a Genova (2003-2006). Attualmente è presidente onorario della Associazione degli Amici dei Musei Liguri e di Palazzo Ducale a Genova, fa parte del Comitato Scientifico del Collegio di Milano e presidente dell’Associazione “Amici di Lalla Romano”. È nella giuria del Premio Strega e del Premio Bagutta.
Nell’Ottobre del 2015 è stata nominata Cavaliere dell’Ordine Nazionale della Legion d’Onore.

Fonti, risorse bibliografiche, siti

Casa Editrice Archinto

Babalibri

Annamaria Tagliavini

Laureata in Filosofia, dal 1994 dirige la Biblioteca Italiana delle Donne di Bologna, femminista, da lungo tempo è impegnata nel campo dell’informazione e della documentazione di genere. Fa parte dell’Associazione Orlando e di importanti organizzazioni femminili e femministe internazionali come WINE - Women Information Network Europe e Know How on the World of Women Information Conference Permanent Comittee.

Leggi tutte le voci scritte da Annamaria Tagliavini