Sarah Jewett Orne

South Berwick (Maine, USA) 1849 - 1909
Download PDF

Il ruolo delle donne nella società americana alla fine del XIX secolo, la contrapposizione tra la vita di città e campagna, la relazione con la Natura. Sono questi i temi cari a Sarah Jewett Orne, scrittrice considerata un’antesignana della letteratura ambientale.
Pur discendendo da una ricca famiglia del Maine, sviluppa una prospettiva sul New England rurale diversa da quella della borghesia cittadina da cui proviene. Il padre, medico di South Berwich, la porta spesso con sé nelle sue visite ai pazienti: cresce così imparando a rispettare la comunità di pescatori e operai e a riconoscere la forza e la dignità delle loro vite, così come ad apprezzare il paesaggio rurale. Il successo letterario giunge presto, quando Sarah ha solo 20 anni, e i suoi racconti vengono pubblicati sull’«Atlantic Monthly». Frequenta spesso i circoli letterari di Boston, dove è in contatto con molti scrittori dell’epoca, da Henry James a Thoreau; la sua vita e le sue opere però rimangono sempre legate alla sua South Berwick, un porto in declino dal quale la guerra civile allontana molti uomini, che si avventurano nel West alla ricerca dell’oro (l’esplorazione dell’Ovest è infatti un fenomeno prevalentemente maschile). La comunità marittima della costa del Maine rimane abitata da anziani e donne, che diventano le protagoniste del suo romanzo The Country of Pointed Firs (1896). Questa piccola comunità armoniosa è fondata sull’amicizia femminile e sul rispetto condiviso per la Natura. Ogni abitante del villaggio, paragonato a una pianta del luogo, è descritto come parte integrante della natura vivente, allo stesso livello delle piante. L’idea di tempo che regola le loro vite è ciclica, induttiva, comunitaria, in contrapposizione con quella lineare, deduttiva e gerarchica.
  Le donne dei suoi racconti svolgono attività considerate maschili come la pesca, partecipano attivamente alla vita sociale della comunità, si guadagnano da vivere in modo autonomo; ben oltre la sfera domestica e separata che la morale corrente riserva alle donne. Anche la vita personale di Sarah riflette questo superamento. Disinteressatasi fin dall’adolescenza al matrimonio (allora considerato l’unica ambizione per una donna adulta), intreccia importanti relazioni femminili, tra cui quella con Annie Fields – con la quale vive per 30 anni fino alla morte, avvenuta nel 1909.

Fonti, risorse bibliografiche, siti

Paula Blanchard, Sarah Orne Jewett: Her World and Her Work, Addison-Wesley, 1994

Chiara De Servi

Appassionata di letteratura ambientale e gender studies, Chiara De Servi è una consulente di marketing e comunicazione online. Laureata in Letterature americane con master in editoria, ha collaborato con diverse case editrici. Si occupa inoltre di progetti di comunicazione online per il non profit.

Leggi tutte le voci scritte da Chiara De Servi