Susan Fenimore Cooper Scarsdale

New York 1813 - Cooperstown, New York 1894
Download PDF

Susan Fenimore Cooper è stata per molto tempo ricordata solo come la segretaria del famoso padre, James Fenimore Cooper, primo autore di romanzi americano a guadagnarsi fama internazionale. In realtà Susan è una figura letteraria di primo piano: la sua opera Rural Hours (1850) è infatti il primo significativo esempio di letteratura ambientale americana scritto da una donna.
Cresciuta tra Cooperstown – il villaggio fondato dal nonno paterno – e la città di New York, a tredici anni si trasferisce con la famiglia in Europa, vivendo tra Francia, Svizzera, Italia e Inghilterra; riceve un’educazione letteraria e in parte anche scientifica (fondamenti di biologia e zoologia), e apprende quattro lingue straniere. Tornata negli Stati Uniti nel 1833, diventa la copista e in seguito la redattrice del padre, che la incoraggia a sua volta a pubblicare i suoi racconti. La scelta di Susan di non sposarsi dipende molto probabilmente dalla disapprovazione da parte del padre di tutti i suoi pretendenti. A partire dal 1846, con il suo primo romanzo Elinor Wyllys, la sua vita letteraria si fa copiosa e intensa: articoli letterari e non per diverse riviste, saggi storici e naturalistici, introduzioni alle opere del padre, racconti per bambini, un saggio filosofico contro il diritto di voto alle donne, un antologia di poesie sulla natura. Ma è con Rural Hours che entra in un campo che non aveva precedenti tra le autrici donne, quello della storia naturale e dell’ambiente. L’opera, sotto forma di diario, segue i cambiamenti delle stagioni nell’arco di un anno, ed è basata sulle sue annotazioni raccolte durante le escursioni compiute intorno a Cooperstown. Descrivendo i mutamenti della società rurale e osservando come la natura incontaminata receda per far posto all’industrializzazione, Susan suggerisce l’idea che la conoscenza dei luoghi naturali incoraggi la popolazione a rispettare la terra. Il suo è un tentativo di formare una nuova identità nazionale americana, segnata da un’etica consapevole e rispettosa del valore della natura e degli animali. Rural Hours riscuote molto successo per tutto il diciannovesimo secolo, ma dopo la morte di Susan, la fama del libro e dell’autrice vengono del tutto oscurate da quella del padre. Nonostante la sua visione sia permeata dei valori conservatori dell’epoca vittoriana, è stata in grado di esprimere con le sue opere riflessioni innovative in un campo fino ad allora inesplorato dalle scrittrici.
Grazie a lei la letteratura ambientale americana dell’Ottocento non si riduce alla sola voce di Henry David Thoreau.

Fonti, risorse bibliografiche, siti

Rochelle Johnson - Daniel Patterson, Susan Fenimore Cooper: new essays on Rural hours and other works, University of Georgia Press 2001

Chiara De Servi

Appassionata di letteratura ambientale e gender studies, Chiara De Servi è una consulente di marketing e comunicazione online. Laureata in Letterature americane con master in editoria, ha collaborato con diverse case editrici. Si occupa inoltre di progetti di comunicazione online per il non profit.

Leggi tutte le voci scritte da Chiara De Servi