Gesti di rivolta – Gli incontri del mercoledì

In occasione della mostra Gesti di Rivolta. Arte, fotografia e femminismo a Milano 1975-1980 a cura di Cristina Casero proseguono gli incontri di approfondimento del mercoledì in diretta Facebook e Instagram:
https://www.facebook.com/nuovagalleriamorone/
https://www.instagram.com/nuovagalleriamorone/

Mercoledì 30 settembre h. 18.00 dialogheranno con Cristina Casero e Rossana Di Fazio:

Liliana Barchiesi
Giovanna Calvenzi
Laura Rizzi
.

Per restare aggiornate/i sui prossimi appuntamenti del mercoledì:
https://www.facebook.com/nuovagalleriamorone/

Segnalazione: Lucrezia e le altre – Estate Sforzesca

Lucrezia e le altre

Con piacere vi segnaliamo lo spettacolo inserito in “Estate Sforzesca” e “I talenti delle donne” promossi e coordinati dal Comune di Milano.

LUCREZIA E LE ALTRE. Dal mito l’origine della violenza di genere

di e con Elisabetta Vergani e Silvia Romani | musiche originali dal vivo Sara Calvanelli | regia Elisabetta Vergani |produzione Farneto Teatro

Un coro di tre voci: un’attrice, una studiosa di mitologia classica, una musicista, che come moderne archeologhe, interrogano il mito classico, la letteratura antica, Shakespeare e la contemporaneità, per riportare alla luce le voci, i pensieri, le vicende, i miti le storie che hanno forgiato fin dall’antichità il pensiero della violenza di genere.

ESTATE SFORZESCA 11.07.2020 Cortile della armi, Castello Sforzesco ore 20.00 – apertura cancelli
ore 21.30 – inizio spettacolo
Durata spettacolo 55’
INFO: www.farnetoteatro.org | teatrofarneto@tiscali.it
BIGLIETTO UNICO: 12,00€ + prevendita
BIGLIETTERIA ON LINE: mailticket.it https://www.mailticket.it/manifestazione/W229/LUCREZIA_E_LE_ALTRE
E’ consigliato l’ acquisto online dei biglietti. La sera stessa dello spettacolo sarà possibile acquistare i biglietti ancora disponibili, fino a esaurimento posti, dalle ore 20.00 presso la biglietteria al Castello Sforzesco – Piazza Castello Torre del Filarete. PAGAMENTO SOLO IN CONTANTI

Dopo lo spettacolo:
FOCUS SULLE ATTIVITA’ DELLA RETE ANTIVIOLENZA DEL COMUNE DI MILANO
con Diana De Marchi (Presidente della Commissione Consiliare Pari Opportunità e Diritti – Comune di Milano), Miriam Pasqui (Unità Diritti e Grave Emarginazione – Comune di Milano) e Lorena Spohr (Cooperativa Sociale La Grande Casa).

I libri di enciclopediadelledonne.it a Italia Book Festival

Partecipiamo a Italia Book Festival, la Fiera digitale della piccola e media editoria dal 16 al 24 maggio.
Una bella iniziativa ideata dalla casa editrice Edizioni del Loggione/Damster.

Italia Book Festival è a ingresso libero e aperta al pubblico tutte le 24 ore giornaliere all’indirizzo web www.italiabookfestival.it

Veniteci a trovare anche lì, cercate il nostro piccolo stand virtuale e consultate il catalogo dei libri di enciclopediadelledonne.it (su tutti i libri sconto fiera e spedizione gratuita).

Sabato alle 17, in diretta, è prevista una intervista alla nostra Valeria Palumbo.
https://www.italiabookfestival.it/programma

Italia Book Festival

Italia Book Festival

Notizie da Wuhan – 6

Ultimo intervento, per ora, da Monica Demattè: un saggio critico della scrittrice Wang Jiaxin che difende e nobilita il diario di Fang Fang.

Omaggio al diario di 60 giorni di Fang Fang (di Wang Jiaxin)

Da quando è in corso questo disastro (rifiuto di definire ciò che stiamo vivendo come un’esperienza di epidemia), mi sono capitate due notti in cui non riuscivo a dormire. La prima volta è stata la notte del 6 febbraio, quando ho saputo della morte di Li Wenliang, il “fischiatore”. Quella notte è stata ‘soltanto’ triste, ma è un momento che ha lasciato un segno nella storia. Quella notte è il punto di svolta della vicenda virus e, secondo me, un momento rivelatore della verità di un evento storico. L’immagine di lui, un martire giovane con gli occhi tristi dietro la mascherina, luminoso nella notte, mi ha fatto capire che siamo vivendo un destino nuovo. La seconda volta è
stanotte dopo la mezzanotte. Letto l’ultimo giorno del diario di Fang Fang che avevo aspettato con ansia, ho sofferto di insonnia un’altra volta. Ciò che sento più forte di me è il dovere di rendere omaggio a Fang Fang, ben diverso dal sentimento espresso dal mio collega Yang Lianfen sui social, nel dire: “grazie Fang Fang, sei sincera, sobria e coraggiosa, ci hai riscaldati nel periodo rigido d’inverno. Come si può rimanere indifferenti alla tua voce di denuncia carica di sangue e lacrime?”[…] Continua. Scarica il PDF completo.

Notizie da Wuhan – 5

Pubblichiamo oggi il quattordicesimo giorno del diario di Fang Fang.
“È un giorno drammatico, in cui si è saputo della morte dell’oftalmologo Li Wenliang, uno dei primi a ‘soffiare nel fischietto’ per dare l’allarme sulla comparsa del virus.
Li Wenliang è subito diventato un martire e un eroe per i cittadini di Wuhan e della Cina.”

Il quattordicesimo giorno (7 febbraio 2020)
Dall’inizio del lockdown a oggi sono passati 16 giorni. Ieri è morto Li Wenliang. Mi addolora molto. Ho subito mandato sui social la notizia dicendo che oggi tutta la città di Wuhan piange per lui. Ma in realtà è tutta la Cina che piange! Tante lacrime che formano ondate e tempeste online. Questa notte, Li Wenliang fra le lacrime della gente è passato nell’aldilà.
[…] Continua. Scarica il pdf completo.

Notizie da Wuhan – 4

Continuiamo con un’altra giornata tratta dal diario di Fang Fang.

Il quarto giorno dell’anno cinese (28 gennaio)
Da ieri il tempo è migliorato, ha smesso di piovere. Nel pomeriggio il sole è apparso per un attimo. Quando il cielo è sereno, anche lo stato d’animo è migliore. Però per chi è chiuso in casa la situazione diventa ancora più insopportabile. Ormai la gente è chiusa in casa già da cinque giorni per il lockdown in corso. In cinque giorni, non solo si ha più occasione di parlarsi, ma anche più motivi di litigio. In fin dei conti, la famiglia non ha mai avuto opportunità come adesso di stare insieme tutti i santi giorni. Inoltre, a lungo andare non è un grosso problema per gli adulti, ma per i bambini sì. Spero che gli esperti di psicologia scrivano più articoli per consolare la gente di Wuhan. In ogni caso, dobbiamo chiuderci in casa per 14 giorni. Gira la voce che fra due giorni arrivi la fase esplosiva del virus. I medici raccomandano: è meglio mangiare solo riso bianco (se c’è la riserva a casa) piuttosto che uscire di casa. Va bene, rispetto l’ordine del dottore.[…]
…Continua. Scarica qui il pdf completo.